MILE sostiene Casa Homer

 

Incontro con Don Mapelli

MILE School ha avuto il piacere di incontrare nuovamente Don Mapelli, Responsabile della Cooperativa Casa Homer, che attraverso atti concreti aiuta minori non accompagnati, integrandoli nel nostro paese fino ad una progressiva autonomia per la loro vita da adulti.


Storie diverse, quelle che abbiamo sentito, storie che difficilmente anche gli adulti sono abituati a sentire: il loro viaggio della speranza, ancora bambini, verso un paese nuovo, verso una terra che possa aiutarli ad andare a scuola, a crearsi un futuro migliore, ad insegnargli a lavorare per poter aiutare le proprie famiglie che vivono ancora nel loro paese d’origine.

A Zinasco sono tutti una grande famiglia, collaborano per poter portare avanti la loro grande casa, ognuno ha un compito e tutti devono aiutare per il bene comune.
E’ proprio partendo dall’esperienza di Casa Homer che Don Mapelli insieme all’Associazione “Libera” ha deciso di affrontare una nuova sfida, riqualificando una casa confiscata alla mafia. Con il lavoro dei suoi ragazzi e di tanti altri volontari hanno dimostrato che “Insieme si può”.
Il messaggio di Don Mapelli è stato: accogliere e dare la possibilità di partire o ripartire dando vita ad un modo diverso di fare economia, grazie a “Madre Terra”.